Marsala Turismo - Portale turistico della Città di Marsala | Parole, immagini e atmosfere di una città senza tempo
Marsala Turismo - Portale turistico della Città di Marsala | Parole, immagini e atmosfere di una città senza tempo
sabato, 16 dicembre 2017 23:18:58
Utenti collegati: 75

Come si produce una leggenda: il vino Marsala

Il vino Marsala
21/01/2013
47729
Marsala Turismo
Il vino Marsala è l’unico vino italiano le cui regole sono dettate da una legge vera e propria (la n.851 del 28 novembre 1984). In base a tale normativa, il vino Marsala può essere prodotto e imbottigliato solo all’interno del territorio provinciale trapanese, da cui vanno però escluse l’area di Alcamo, Pantelleria e le Egadi.

I diversi vini Marsala si distinguono anzitutto in base a una serie di parametri riconosciuti:

a) L'invecchiamento

  • 1 anno per il tipo fine con gradazione alcolica non inferiore al 17%
  • 2 anni per il tipo superiore (raddoppiato a 4 per le Riserve) con gradazione alcolica non inferiore al 18% (solo in bottiglia)
  • 5 anni per il tipo vergine (la Riserva non meno di 10 anni) con gradazione alcolica non inferiore al 18% (solo in bottiglia)

b) Il gusto

  • dolce con zuccheri superiori a 100 grammi/litro
  • semisecco con zuccheri superiori a 40 grammi/litro e inferiori a 100 grammi/litro
  • secco con zuccheri inferiori a 40 grammi/litro

c) Il colore

  • oro (senza alcuna aggiunta, oltre l’alcool);
  • ambra (addizionato di mosto cotto per almeno 1/100)
  • rubino (ottenuto da uve nere, come si usava all'inizio del XIX secolo)

d) Il genere di vitigno

  • a bacca bianca (grillo, catarratto, inzolia, damaschino)
  • a bacca rossa (nerello mascalese, pignatello o perricone, calabrese o nero d’Avola)

Per produrre il vino Marsala, in ogni caso, occorre partire dal vino base, proveniente dai suddetti vitigni, per poi aggiungere ad esso una percentuale di alcool etilico di origine vitivinicola o acquavite di vino. La procedura di invecchiamento prevede sempre l'utilizzo di botti in legno pregiato.

Tags